Cosa succede nel Municipio 4?


La notizia è di ieri, una scritta fascista con la celtica presso la Piscina Caimi di Milano in Via Carlo Botta nei pressi del Teatro Franco Parenti.
Ma da qualche tempo non è sfuggito, a noi che sul territorio ci viviamo, il fatto che le scritte o l’affissione di locandine si sono intensificate in particolare davanti all’Istituto Verri in Via Lattanzio 38 dove all’interno si registra le presenza di qualche elemento di Lotta Studentesca, sigla giovanile presente in alcune scuole che fa riferimento a Forza Nuova, cioè coloro che solo pochi giorni fa si sono esibiti con la svastica sulla torta dedicata all’anniversario di Adolf Hitler.
Già questo fatto sarebbe un elemento per mettere fuorilegge questa organizzazione.

La presenza fasciste è aumentata da quando il Municipio 4, alle ultime elezioni amministrative, è passato al Centrodestra in mano al Presidente della Lega Nord Paolo Bassi, arrivato agli onori della cronaca non tanto per le attività politiche e di intervento sul territorio, bensì per voler organizzare nella giornata del ricordo dedicato alle foibe una iniziativa nella quale intendeva invitare il cantautore, Federico Goglio, in arte Skoll, rappresentante di spicco del cosiddetto rock identitario italiano, ospite a Milano e in Lombardia delle sigle più estreme del fascismo nostrano come Lealtà Azione e La Comunità dei Dodici Raggi.
Sempre Paolo Bassi, intendeva ospitare questa iniziativa alla Palazzina Liberty, ovviamente questa proposta ha fatto infuriare i cittadini della zona e la mobilitazione è riuscita a farlo recedere da questo proposito.
Ma Paolo Bassi non ha mollato, pur rinunciando al cantautore di ispirazione nazi fascista, ha invitato Daniele Ponessa militante del gruppo Hammerskin Lealtà Azione dichiaratamente fascista e presidente di una associazione di esuli istriani A.D.E.S.
E’ evidente come la politica che guida il Municipio 4 sia strettamente legata alle formazione neofascista, la riprova è data dalla presenza nei banchi della Lega al Municipio 8 dove Stefano Pavesi, anch’esso militante di Lealtà Azione ed eletto alle ultime amministrative proprio nel partito guidato da Salvini.
Possiamo dire che a Milano e in Lombardia dove c’è la Lega c’è Lealtà Azione e in questo contesto che nel Municipio 4 si affacciano diversi elementi dell’estrema destra milanese.
C’è un ulteriore elemento che ci insospettisce, da qualche mese i ragazzi del Lambretta, una realtà che tra le diverse attività è molto presente nelle scuole milanesi, ha trovato casa proprio nel Municipio 4 in Via Val Bogna e da allora i fascisti di Forza Nuova hanno aumentato le loro incursioni notturne davanti all’Istituto Verri cercando di marcare il territorio con scritte e locandine, fortunatamente la presenza dei tanti antifascisti in zona si attivano per respingere le provocazioni.
Perciò è importante che le forze politiche e le istituzioni vigilino su questi fenomeni, le sezioni ANPI di zona 4 e il PD in consiglio di zona dovrebbero maggiormente chiedere spiegazioni al Presidente e alla giunta di centrodestra, oltre a chiedere di prendere una posizione netta contro i fenomeni di apologia del fascismo sul nostro territorio.

dal profilo Fb di Memoria Antifascista

Pubblicato da Matteo, il 13 giugno 2017 alle 10:34