Chi siamo


 

Milano. La Milano del lavoro, la Milano da bere, la Milano Bene, la Milano delle periferie, la Milano multietnica, la Milano dei rom, la Milano dei centri sociali, la Milano dell’11 marzo e di via Valtellina, la Milano universitaria, la Milano della movida, la Milano dei cancelli e delle recinzioni, la Milano della paura, la Milano medaglia d’oro della Resistenza…

 

Milano può essere raccontata in tanti modi, è una città dalle diverse facce, dalle diverse anime e caratterizzata da tantissime culture. Tanti sono i blog e i giornali online che ogni giorno ci raccontano la cronaca di Milano. In questo mare di informazione ci è sembrato mancasse ancora qualcosa; un punto di vista critico e analitico che possa approfondire e offrire spunti di riflessione. Un’informazione di parte, manca questo. Manca perchè su Milano tutte le esperienze d’informazione, che siano media ufficiali o realtà di movimento, si barricano dietro un falso velo di oggettività. Noi pensiamo che l’oggettività non esista, tutto viene visto e trattato secondo gli occhi del giornalista e le volontà della redazione. Noi diciamo chiaramente che saremo di parte. Essere schierati è la nostra oggettività.

 

Da qui nasce l’idea del gruppo “Milano In Movimento”, un gruppo di persone che si pone come obiettivo di colmare questo buco, offrendo uno strumento che possa essere fruibile e gratuito per tutti. L’idea si sviluppa attorno allo strumento Internet. Un portale come centro nevralgico del lavoro di redazione, una web radio per lasciarci ascoltare, in collaborazione con la storica emittente antagonista Radio Onda D’Urto di Brescia, che ha anche una frequenza su Milano. Milano in Movimento ambisce a diventare punto di riferimento per l’informazione di movimento a livello cittadino, per questo collaborerà con altri portali e realtà di movimento che si muovono nella stessa direzione, quindi non solo Radio Onda D’Urto ma anche Carta, Global Project, Milano X ed altri. Non saranno nemmeno dimenticati gli strumenti internet 2.0 ovvero i social network attraverso i quali sappiamo passa molta dell’ informazione libera e delle indignazioni della popolazione italiana e quindi milanese. Milano in Movimento sarà su Twitter e su Facebook così come avrà il suo portale e la sua web radio. Per quanto il progetto riguardi in maniera privilegiata Milano, si occuperà anche di tutti i temi nazionali e internazionali che portano a cambiamenti significativi.

 

 

 

 

 


Pubblicato da Redazione_Mim, il 13 ottobre 2011 alle 10:27